Chi volesse inviarmi notizie, messaggi, comunicazioni di manifestazioni ed eventi da pubblicare sul blog può farlo attraverso la mail niko.25@hotmail.it



lunedì 18 settembre 2017

IN RISPOSTA DEI DATI FORNITI DALL'AMMINISTRAZIONE SUL FESTIVAL JAZZ 2017

Ho letto sul sito del Comune un comunicato nel quale l'Amministrazione si è prodigata a fornire dati e statistiche del festival jazz conclusosi pochi giorni fa. Che ridere... E pensare che il gruppo politico "Roccella Bene Comune" ha richiesto dai primi di luglio i resoconti e i dati dell'edizione 2016 e ancora non è stata data risposta. Che fenomeni che sono quando si tratta di fare propaganda ingannevole!!! Se devono presentare poi il conto reale... Campa cavallo...

Non ho ombra di dubbio a pensare, e l'evidenza lo conferma considerato che diverse serate all'auditorium le presenze coprivano soltanto i primi posti e al teatro al castello soltanto la platea, che i dati riferiti sono farlocchi e gonfiati all'inverosimile.

Il festival jazz è soltanto un carrozzone che porta via risorse pubbliche senza nessun ritorno ne culturale ne tantomeno economico: questa è la tragica verità che nessuno vorrebbe ma che purtroppo è!!!

Una manifestazione dal passato glorioso ma che oggi è fine a se stessa, non porta nessun ritorno culturale né tantomeno economico: 37 edizioni, miliardi di lire prima e milioni di euro ora....E cosa rimane??? Il nulla!!! un'organizzazione incapace di creare un indotto: non esiste una scuola di jazz, nessuno del luogo suona questa musica ne mai si sono creati i presupposti per la formazione di gruppi musicali del genere, tutto viene organizzato con il solo scopo assistenzialistico, nel tentativo di far giungere denaro pubblico verso una manifestazione seguita da pochissimi e non più accattivante.

Ognuno comunque è libero di pensarla come vuole, la mia coscienza mi dice che i cittadini hanno il diritto di sapere la verità, i dati di fatto, e non solo essere imboniti, presi in giro e "derubati" dei loro soldi.

Derubati sono i roccellesi vittime di questa politica scellerata, e un tentato inganno viene perpetrato ogni anno nei confronti della Regione Calabria a cui vengono presentati programmi stratosferici di un festival jazz ormai remoto e di cui non esiste più traccia. Il Festival Jazz di Roccella Jonica non ha più nessuna attrattiva, nessuno si sposta più da nessuna parte d'Italia per venire ad assistere (come avveniva vent'anni fa) ad un solo concerto, con questo tipo di organizzazione si è arrivati ai risultati clamorosamente fallimentari di questi ultimi dieci anni.

E la Regione Calabria, nonostante continua  a promettere sostegno alla manifestazione poi, alla resa dei conti, si tira indietro: pensate che dei 150 mila euro spesi per l'edizione del 2015 l'Ente Regione ne ha liquidati soltanto 28 mila. 122 mila euro sono stati sborsati dai cittadini di Roccella jonica. Una vergogna!!!

Quello di organizzare il festival jazz con lo scopo assistenzialistico, per utilizzare la facile concessione di contributi pubblici quando il suo presidente aveva un certo peso politico, è stato per anni lo scopo dall'associazione culturale jonica; lo stesso metodo che però ha portato al suo disfacimento quando si è arrivati alle ristrettezze economiche e alla chiusura da parte di Ministero e della Regione dei rubinetti dell'assistenzialismo (soprattutto dal 2009 in avanti).

Con l'associazione culturale jonica, maestranze, artisti, alberghi e agenzie viaggi che ruotavano intorno al festival, sono stati illusi di essere pagati quando all'associazione gli venivano liquidati i contributi che, purtroppo, negli ultimi anni non sono rientrati perché un'associazione indebitata non possiede più le carte in regola per poter ricevere ulteriori finanziamenti.

Oggi la gestione fallimentare dell'associazione culturale jonica è stata accollata al Comune di Roccella Jonica e gli artisti, le maestranze, gli alberghi e le agenzie viaggio sono pagate con i soldi dei cittadini di Roccella Jonica.

Il progetto del festival jazz di quest'anno prevede una spesa di 285 mila euro con un finanziamento della Regione Calabria di 199 mila euro; Se tutto dovrebbe andare bene il Comune ci mette 85 mila euro e la Regione 199 mila euro; ma per il momento tutto è anticipato dal Comune di Roccella Jonica, e, siamo sicuri, andrà esattamente come nel 2015 con la Regione che troverà i motivi per non deliberare quanto dovuto, perché nulla della manifestazione jazzistica è alla fine reso contabile per come viene promesso nelle carte preventive.

L'Amministrazione Comunale di Roccella Jonica si è affrettata a rispondere con le barzellette, nemmeno una parola nel riferirci perché nessuno ha voluto prendersi carico di fare il presidente dell'associazione culturale jonica; promuovono intitolazioni di strade, si riempiono la bocca con il nome del senatore, ma poi nessuno ha voluto continuare ciò su cui il senatore si è più speso nella sua vita.

Cari cittadini nell'articolo precedente dal titolo "festival jazz, una vergogna senza fine" ho parlato di amministratori incoscienti, perché proprio di questo si tratta...  Non avendo nessuno di "loro" accettato l'investitura di presidente di un'associazione (culturale jonica) perché questa è piena zeppa di debiti, nonostante "loro" stessi ne sono stati sempre dentro (direttore artistico compreso!!!), oggi continuano con l'identica gestione degli ultimi 15 anni consapevoli di andare dritti a precipitare verso il baratro, portando con loro la gente di Roccella ormai esasperata dagli accertamenti di notifiche di pagamento di tasse alle massime aliquote; ed il pericolo è che hanno ancora il coraggio di "minacciarci" di continuare a ripetersi nel proseguire su questa strada di dissanguamento di risorse pubbliche, e, mi dispiace dirlo, con il compiacimento dei dirigenti del Comune!!!

Mi dispiace cari miei concittadini, questa è la verità che voi dovete sapere: hanno portato al fallimento l'associazione culturale jonica, porteranno al fallimento il Comune di Roccella Jonica!!!

Siamo di fronte oltre che a una questione politica anche ad una questione morale: è un'amarezza, mi ripeto dall'articolo precedente, vedere con cosi tanta leggerezza riempire in un batter d'occhio il capitolo di bilancio degli stanziamenti per il festival da 100 mila a 199 mila euro, e delibere dirigenziali di migliaia e migliaia di euro di liquidazione delle spese per concerti andati deserti, e poi assistere a neanche un euro di stanziamento per gli assistenti scolastici dei diversamente abili o al grido di supporto di molte famiglie roccellesi completamente ignorati che cercano dignità e non carità, un commercio portato all'esasperazione e alla chiusura (via Roma quest'estate è stata una desolazione!!!), una sporcizia regnante in tutte le vie e le strade con topi e blatte che ne fanno da padroni per l'assenza di nessuna disinfestazione; il "Porto delle Grazie" il più grande inganno di tutti i tempi che abbiamo il dovere di far venire alla luce e denunciare. Ci vuole davvero tanta ma tanta incoscienza a continuare a perseverare su questa strada.

Speriamo che la giustizia ancor prima del voto li fermi, altrimenti l'orizzonte per i nostri cittadini e per i nostri figli è davvero buio e senza speranza!!!

SIMPOSIO INTERNAZIONALE D'ARTE ISPIRATO AI COLORI E ALLA NATURA DI ROCCELLA JONICA



Dal 25 AL 29 SETTEMBRE si svolgerà presso L’Hotel Mediterraneo di Roccella Jonica la terza edizione del simposio d’arte “ I COLORI E LA NATURA” .

I simposi sono un momento di scambio culturale tra gli artisti presenti, durante i lavori del simposio gli artisti producono delle opere che rimangono di proprietà dell’albergo, il quale li ospita gratuitamente.

Gli artisti sono professionisti del settore che operano a livello internazionale da anni: Augusto Ambrosone, Lamberto Correggiari, Mariella Costa, Maria Teresa Di Nardo, Rosalia Ferreri, Nicola Guarino, Gianni Mastrantoni, Enrico Meo, Rosa Spina.

La direzione artistica del simposio e degli eventi collaterali è a cura di Mariella Costa.

La Storico dell’arte della manifestazione artistica è Laura Dominici.

Eventi culturali di grande spessore sono previsti presso la bellissima struttura del Convento dei Minimi di Roccella Jonica:

Giorno 26 settembre alle ore 17,00 vi sarà l’inaugurazione di: La mostra internazionale ”LA VIA DELL’ANGELO” a cura di Enrico Meo – Critico d’arte Vittoria Butera;
La mostra “I COLORI E LA NATURA” nella quale espongono gli artisti partecipanti al simposio, con la presenza di altri importanti figure del settore artistico; La mostra dei ragazzi dell’ associazione COMMA TRE guidati dalla loro Presidente Simona Coluccio, ragazzi diversamente abili, che noi crediamo abilissimi in campo artistico e che vogliamo fortemente integrare in una mostra internazionale.

Giorno 27 settembre alle ore 18,30 (Convento dei Minimi) vi sarà la presentazione del libro di poesie di Nicola Guarino “IL PIANTO DELLA LUNA” . L’autore dialogherà con la scrittrice Rossella Scherl – momenti musicali con Micheal Marzano.

Giorno 28 settembre alle ore 18,30 (Convento dei Minimi) Presentazione del libro di Vanessa Riitano “FRACTALIA- AMANDO D’AMORE AMATO”. L’autrice dialogherà con la scrittrice Rossella Scherl e canterà sulle musiche di Paolo Mancinelli.

Giorno 29 settembre si chiuderanno ufficialmente i lavori del simposio presso l’Hotel Mediterraneo con la presentazione al pubblico delle opere frutto del simposio stesso.

Un grande ringraziamento va a Michele Archinà, proprietario della struttura alberghiera (Hotel Mediterraneo) che ha aperto la porta agli artisti ed ha investito in arte in un momento di crisi.

Grazie anche all’Amministrazione comunale per la messa a disposizione dei locali del Convento dei Minimi.

L’intera manifestazione è senza fini di lucro

martedì 12 settembre 2017

In una pausa del concerto, scambio di cordialità fra Angelo Laganà, Katia Ricciarelli e Francesco Zingariello


Nello splendido e suggestivo  scenario di Palazzo Sersale a Cerisano, Katia Ricciarelli, famosa soprano e attrice conosciuta in tutto il mondo, assieme al tenore Francesco Zingariello, ha tenuto un concerto nel teatro stracolmo di persone giunte da ogni luogo. 

Cerisano, piccola cittadina di 3.164 abitanti che si trova in provincia di Cosenza, 
dal 1984 è dichiarata luogo d’interesse turistico e di grande prestigio.
Fondata dagli Etruschi, è riconosciuta dai Greci col nome di Citerium, 
mentre le prime testimonianze risalgono al 1247.

Per questo motivo, chi meglio di Cerisano avrebbe potuto accogliere i due grandi artisti che si sono esibiti in ogni parte del mondo accompagnati al pianoforte dal maestro Roberto Corlianò
anche lui pugliese come Zingariello?

La Ricciarerlli ,che da anni si esibisce assieme a Zingariello, vanta un vastissimo repertorio, ma a Cerisano i due cantanti hanno dato molto spazio alle canzoni napoletane regalando emozioni irripetibili, interpretando melodie ormai conosciute a livello mondiale come: 
                       “Voce ‘e notte”, “ ’I te vurria vasà”, “Tu ca’ nun chiagne”, “ ’O solo mio” ,
tanto per citarne alcune e, nel silenzio della notte, le voci melodiose che si sono alternate fra Katia e Francesco, hanno fatto venire la pelle d’oca a tutti coloro i quali hanno avuto il privilegio di assistere  all’importante manifestazione.

Angelo Laganà, artista calabrese a 360° per le sue innumerevoli attività creative nel mondo dell’editoria nel panoramica calcistico di serie A, della composizione nel mondo delle sette note, della musica eseguita con la fisarmonica e della fotografia, ha immortalato quasi tutto il concerto che Katia Ricciarelli ha tenuto nei locali dell’Ambasciata italiana a Cuba assieme a Zingariello e, in occasione della serata che i due grandi artisti hanno tenuto a Cerisano, è andato a trovarli.

Ad un certo punto del concerto, in una pausa il famoso tenore pugliese, accortasi della presenza di Laganà tra il numeroso pubblico presente, l’ha invitato a salire sul palco.

L’artista calabrese ha portato una busta che conteneva 30 foto scattate a Cuba e relative al concerto fatto nell’isola caraibica dalla Ricciarelli, essendo, all’andata, stati entrambi nello stesso volo della Blue Panorama: Roma-Fiumicino-Habana nel 2011.

 Aperta la busta, ha fatto vedere tutte le immagini.

“Guardi, ha detto Signora Katia, quanto era bella!”

Di rimando la Ricciarelli ha risposto: “perché ero bella , ora non lo sono più?”

“No, Signora, ha ribadito Laganà, mi riferisco a quanto è venuta naturale in queste foto scattate sei anni fà”.
La Ricciarelli, che ha sempre la battuta pronta ed è una donna affascinante dotata di grande spirito d’iniziativa, sensibilità ed umanità, rivolgendosi ad Angelo ha detto, tanto per proseguire la tematica delle canzoni cantate in napoletano:
                                         “Damme nu’ vase!”
Angelo Laganà l’ha baciata sulle guance e per il musicista-compositore calabrese è stato un momento d’immensa gioia e grande soddisfazione.

Sempre all’Habana, la Ricciarelli ha fatto omaggio a Laganà del CD: “D’Amor ti Canta” che ha interpretato assieme a Zingariello e Laganà per ricambiare la cortesia, proprio a Cerisano, oltre alle foto, ha regalato il suo CD: “Sabor de mi vida”, interamente dedicato a Cuba.

Laganà ha poi abbracciato Francesco Zingariello ed il pianista.

Quell’ ultima occasione capitata a Cerisano, dà opportunità ad Angelo Laganà di arricchire la serie di immagini speciali che compongono il favoloso archivio fotografico che vanta assieme a numerosi artisti di livello mondiale con i quali ha lavorato, collaborato o che è legato da rapporti d’amicizia, non dimenticando, tra gli altri,  quella che lo ritrae accanto a Luciano Pavarotti.

sabato 2 settembre 2017

FESTIVAL JAZZ, UNA VERGOGNA SENZA FINE!!!

Quel che succede a Roccella Jonica con il festival jazz sa davvero dell'assurdo e dell'incredibile: in qualsiasi altro Paese fosse successo quel che si ripete ogni anno a Roccella si sarebbe gridato allo scandalo e gli artefici di tale disastro "radiati" da questa terra; qui a Roccella, invece, viene tutto rovesciato, quel che è nero diventa bianco, quel che è un evidente fallimento diventa un clamoroso successo.

Io non riesco a capacitarmi nell'assistere con quale leggerezza e spregiudicatezza sono stati sborsati dalle casse comunali, in un batter d'occhio, centinaia di migliaia di euro per mettere in piedi una rassegna ormai non attesa e frequentata più da nessuno (con tutto il rispetto per gli artisti che - poverini - sono costretti a suonare nel vuoto), con spettatori paganti che si contavano sulle dita di una mano (visto che la coda al botteghino era solo per gli accrediti dei biglietti gratuiti).

Ma l'assurdo più assurdo di tutto ciò è la complicità con cui si prestano i mass media a questo gioco, che riportano articoli manipolati: la desolazione serale dei concerti diventano clamorosi successi la mattina sulla carta stampata e, nel caso di riprese video, le inquadrature non si smuovono dai musicisti e non riprendono mai le gradinate deserte.

Non esiste più il vero giornalismo dove l'inviato libero riporta la verità; oggi il giornalismo viene fatto con i comunicati stampa che rilascia lo staff di chi organizza!!!

Un'altra cosa incomprensibile è la promessa di contributi da parte della Regione Calabria sulla base di manifestazioni gloriose del passato ma di un'organizzazione odierna letteralmente fallimentare; contributi della Regione o di altri Enti  che, puntualmente, ogni anno vengono disattesi creando dei buchi di debiti nei confronti di chi anticipa i soldi, oggi il Comune di Roccella Jonica, ieri l'associazione culturale jonica scioltasi di recente lasciando sul campo migliaia di debiti nei confronti delle maestranze che hanno lavorato in edizioni passate, agenzie viaggi e strutture alberghiere.

Già, è questo il più grosso "crimine amministrativo": tutta la gestione fallimentare dell'associazione culturale jonica che, dopo la morte del suo presidente, nessuno ha voluto prendere in eredità a causa del fortissimo indebitamento nei confronti di chicchessia, oggi è stata presa dal Comune di Roccella Jonica e pesa sulla testa dei cittadini roccellesi!!!

D'altronde gente che amministra il nostro Comune era socio dell'associazione culturale jonica: e allora perché nessuno ha voluto prendersi il testimone di portare avanti ciò che di più caro era per il senatore Zito? La risposta è di facile intuizione: chi mai era cosi "scemo" a prendersi carico del forte indebitamento dell'associazione culturale jonica? Ed infatti: nessuno!!! L'associazione culturale Jonica è stata sciolta!!! E' più facile prendere i soldi dalle tasche degli "illusi" cittadini roccellesi apparentemente incantati dalle ciance della conquista di targhe, trofei e tagli di nastro.

Siamo davanti ad una autentica vergogna!!!

Mi duole davvero il cuore e me ne scuso con tutti i miei concittadini per essere inerme davanti ad uno scandalo cosi evidente; sono rabbrividito e disgustato nel vedere qualche nostro amministratore bivaccare davanti ad un noto circolo e, senza scrupoli, deliberare poi migliaia di euro in spregio alle tantissime famiglie roccellesi a rischio di fermo amministrativo dell'autovettura e di conseguente pignoramento dei beni per non essere riusciti a pagare i fortissimi tributi comunali di quest'ultimi 5 anni.

Solo gente senza scrupoli e senza ritegno hanno il coraggio e l'irresponsabilità di "giocare" con i soldi dei cittadini roccellesi e sperperarli in cose futili e fallimentari (calcio e festival jazz).

La battaglia contro questi soprusi continua, speriamo di riuscire a vincerla anche se siamo già sulla soglia del dissesto e alla vigilia di nuove tasse sui cittadini!!!

Anche se scrivo poco, non potevo esimermi dal riportare questo scempio e mi sono sentito la responsabilità di riferire questa verità, come al solito nel pieno rispetto dell'opinione di tutti!!!

venerdì 1 settembre 2017

IL RITORNO SUL PALCO DI "ANGELO LAGANA' E LA SUA BAND"

Domani sera a Marina di Gioiosa, in piazza Zaleuco, potremo assistere al Concerto del nuovo trio musicale fondato dal Maestro Angelo Laganà e che per tutta l'estate ha allietato grandi platee in piazze e prestigiosi locali del nostro Comprensorio e nella città di Reggio Calabria.
 
"Angelo Laganà e la sua band" è formata, oltre che dal fondatore che conosciamo tutti e conosciuto in tutto il mondo per le sue straordinarie e innumerevoli composizioni originali portate al successo sia da grandi artisti (Mino Reitano in primis) che dallo stesso maestro Laganà, da altri due validissimi musicisti come il chitarrista soveratese Michele Rattà e il percussionista Omar Mrad (più volte ospite del festival jazz di Roccella).
 
Il trio - ci riferisce il M° Laganà sempre disponibile per questo blog che lo accoglie con immenso piacere e prestigio - spazia fra la musica d'autore, il folk, il revival di musica leggera italiana e i famosi balli caraibici, ha riscosso per tutta l'estate applausi e consensi in tutta la provincia di Reggio Calabria in cui si è esibito, compresi gli spettacoli in memoria di Mino Reitano, Mia Martini e Rino Gaetano a Fiumara di Calabria e la Festa nazionale della musica a Reggio Calabria.  
 
Un concerto costruito su basi musicali professionali ma, dai suoni espressi, è come se suonasse una grande orchestra. Un concerto quindi per tutti i gusti dove la parte del leone viene fatta  dalle composizioni che hanno fatto il giro del mondo come gli inni "Capo Sud", "Reggina alè", "Samba Romano" e le tarantelle "Profumi di Calabria" e "Fichi d'india".
 
Il concerto di domani è stato fortemente voluto da alcuni imprenditori di Marina di Gioiosa e che avrà un seguito anche nel prossimo futuro.
 
 

giovedì 24 agosto 2017

GRAZIE A TUTTI PER GLI AUGURI


Attraverso questo post vorrei inviare il mio grazie sentito a tutti gli amici che mi hanno inviato tramite i social gli auguri per il mio compleanno che da 48 anni avviene il 23 di Agosto.

Vi dico che mi hanno fatto davvero piacere, spero per voi tutto il bene e la felicità possibile. Grazie davvero di cuore.

Vorrei rivolgere un augurio particolare a Carmen Farò, nata oggi dall'amore dei miei cari amici Angela e Maurizio. Chè Nostro Signore benedica tutti i loro passi e dia tanta gioia nel cuore di questa nuova vita e di questa splendida famiglia.

Ci sentiamo presto!!!

martedì 22 agosto 2017

PARTITA DELLA SOLIDARIETA' IN NOME DI BRUNO FURFARO E PRO UNTALSI


Aida onlus, Unitalsi e Unipromos  ricordano Bartolo Furfaro. É giunto ormai alla 11° edizione il trofeo della solidarietà, evento nato nel 2006 per volere dell'Aida, a favore dei diversamente abili e per favorire l'integrazione sportiva.

Non poteva iniziare la manifestazione, senza ricordare l'amico Bartolo Furfaro tra i fondatori della onlus presieduta da Nazareno Insarda.

Presenti i familiari di Bartolo  a cui é stata consegnata una targa ricordo.

Ringrazio coloro che da 7 anni tengono vivo il ricordo di papa’ commenta  Rocco Furfaro, e che da quel lontano dicembre non hanno smesso di farci sentire il loro affetto e la loro vicinanza.

Anche quest'anno il ricavato della manifestazione  é stato devoluto all'Unitalsi sottosezione di locri per l'acquisto di biglietti necessari al trasporto di ragazzi diversamente  abili a Lourdes con il treno bianco in partenza il prossimo settembre.

Ricorda Nazareno Insarda che lo scorso mese di marzo il portiere del Genoa calcio Eugenio Lamanna ha donato all'Aida  la sua maglia, che é stata messa all'asta e il ricavato  é stato devoluto all'Unitalsi.

Sono contento ed orgoglioso di aver dato un importante contributo ad una nobile causa, esclama Lamanna raggiunto telefonicamente, mi dispiace non essere presente oggi, ma tra due giorni parte il campionato di calcio e devo essere a disposizione del mister e dei miei compagni.  

Per quello che posso saro’ presente ad iniziative solidali e se possibile sarei contento di presenziare. Il nutrito gruppo Unitalsi  presieduta da Maurizio Villari, si é complimentato con Lamanna ringraziandolo a nome di tutti i diversamente abili della sottosezione e si augura di poter incontrate il portiere per ringraziarlo personalmente.

A Lamanna é stato conferito il premio "amico speciale" indetto dall'Aida e sara’  consegnato nelle mani del giovane portiere  direttamente a Genova nelle prossime settimane dai volontari Aida.

Domenico Mamone dell'Unipromos, é sceso in campo  per dare anche lui il suo prezioso contributo, rafforzando un sodalizio con Aida e Unitalsi che dura da diversi anni: sono iniziative che segnano il cuore, ed io non smetterò di mettermi a disposizione di amici speciali.

A fare il tifo durante la partita  c’erano gli amici diversamente abili del comprensorio che con i loro pon pon hanno colorato gli spalti.

La serata si è conclusa con una cena conviviale.

domenica 13 agosto 2017

RINGRAZIAMENTO CAMPO UNITALSI SOTTOSEZIONE LOCRI

“meno applausi più magliette rosse”

La fede è un cammino non sempre rischiarato dal sole; L’U.N.I.T.A.L.S.I. è un’associazione sostenuta da quel comandamento dell’amore dato da Gesù ai suoi a completamento dell’amore assoluto per il nostro Dio...  e noi come San Pietro, fiduciosi soltanto della Parola del Maestro, anche quest’anno abbiamo voluto “gettare le reti” nel mare della solidarietà e, sfidando noi stessi e le nostre forze, ma forti dell’invito della nostra Mamma Celeste, sempre premurosa verso i deboli, abbiamo programmato e felicemente concluso il nono campo estivo a Roccella Jonica.



La gioia  del bagno a mare, la gita in barca, la lotta sull’autoscontro, la serata in pizzeria al porto, la partecipazione al fitwalking, il giro sul trenino per le vie del paese, le passeggiate in via marina e tra le bancarelle, i momenti di fraterna comunione vissuti all’oratorio con i nostri amici, ascoltando la buona musica dal vivo, non ve li raccontiamo, ma vi invitiamo ad andare sulla pagina di facebook UNITALSI LOCRI, per gioire con noi di questi momenti.



Certi che “Dio solo può tutto” ma altrettanto consapevoli che Egli spesso preferisce farsi aiutare da ciascuno di noi, un esercito di ragazzi entusiasti vestiti di colore rosso dell’amore, spingendo una carrozzina o stringendo la mano di un amico in difficoltà ma felice, ha invaso, negli ultimi giorni di luglio, le strade, la spiaggia, il mare della riviera, fino a creare, la penultima sera, un’oasi di papaveri rossi sbocciati sulla sabbia del mare di Roccella, tra le spighe del pane dell’amore degli amici in carrozzina, raccolti attorno alla statua della Madonna di Lourdes ai piedi dell’altare su cui, in un tramonto dorato, quasi gioioso assenso dal Cielo, si celebrava l’Eucarestia.

Il Vescovo Mons. Oliva, nella sua omelia, plaudiva all’evento ma per non farci inorgoglire più di tanto, simpaticamente concludeva con lo slogan “meno applausi più magliette rosse”.

La fiaccolata che riportava dal mare all’oratorio la piccola statua della Madonna di Lourdes al canto dell’Ave Maria, chiudeva la nostra serata di ringraziamento.

A noi resta l’obbligo, però, di ringraziare ancora i tanti che la maglietta rossa non l’hanno indossata, ma del colore rosso dell’amore e della carità hanno colorato le loro azioni per tutta la durata del campo: l’amministrazione comunale ed i responsabili dell’oratorio per l’aiuto dato nell’allestimento operativo di ogni cosa.

Chi ha adornato di fiori freschi ed in maniera veramente artistica la statua della Madonnina. Chi non ha mai fatto mancare il pane fresco ogni giorno, o i cornetti la mattina, o il gelato il pomeriggio, o qualche leccornia o piatto gustoso a pranzo o a cena.

Quanti a piene mani hanno offerto di tutto: frutta, dolci, bibite, creme solari, panni, oppure fatto la spesa del materiale che occorreva.

La Caritas di Locri per il prezioso carico di prodotti  alimentari.

Quanti con cuore veramente caritatevole hanno prestato il loro aiuto nel faticoso lavoro in cucina, o in refettorio, o nelle mansioni di pulizia e di riordino delle stanze, il lavaggio delle pentole,  lavaggio dei panni, ecc. ecc.

Quanti con i loro giochi, canti, e preparazioni appetitose, hanno contribuito a rendere indimenticabile la serata di festa finale.

La Capitaneria di Porto che ha messo a disposizione le motovedette per la gita in barca permettendo ai nostri amici di realizzare, per loro un incredibile sogno. Per qualche amico era la prima volta che faceva un giro su un’imbarcazione.

Ed ancora grazie: ai responsabili dell’autoscontro che per un pomeriggio chiudevano le loro piste al pubblico.

Al complesso di ragazzi che hanno voluto suonare per i nostri amici nel cortile dell’oratorio.

Agli organizzatori del 5° Roccella fitwalking, ormai un connubio da diversi anni con la nostra associazione, che permettevano a chi è costretto su una carrozzina d’avere l’illusione di poter camminare come gli altri, e a largo colonne venivano premiati con la medaglia di partecipazione. 

Grazie ai sacerdoti che hanno partecipato e ci sono stati vicini, senza dimenticare il nostro Don Giuseppe Raco ed il suo prezioso supporto, non solo spirituale, di tutti gli anni precedenti.

Ed infine grazie al gruppo di ragazzi del trentino che hanno voluto condividere con L’U.N.I.T.A.L.S.I. l’esperienza del servizio e la gioiosa fatica di far fare un bagno a chi ne è impedito. 

A tutti un arrivederci al prossimo anno: stessa spiaggia, stesso mare, stessa gioia di stare insieme e cantare le meraviglie del Signore.

                                                                                           UNITALSI LOCRI  

STELLA AL MERITO SPORTIVO PER IL M° VINCENZO URSINO DEL CENTRO STUDIO KARATE

Una prestigiosa onorificenza è stata assegnata al M° Vincenzo URSINO.

Si tratta della Stella di Bronzo al Merito Sportivo per l'anno 2016.

Il CONI ha ritenuto di pregiare il M° Ursino di tale illustre riconoscimento sulla base delle benemerenze acquisite nella sua attività dirigenziale. 

“Con questa onorificenza l’organizzazione sportiva nazionale, oltre che attestare le tue capacità e i risultati conseguiti in tale attività, desidera anche esprimerti profonda riconoscenza per la generosa collaborazione e l’impegno dedicati allo sport in tanti anni di servizio. Mi congratulo profondamente con te, augurando che nel proseguo dell’attività possa conseguire ulteriori traguardi e soddisfazioni.”

Queste sono state le parole che il presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano Dott. Giovanni Malagò ha inviato tramite lettera al Maestro Vincenzo Ursino. 

Il Centro Studi Karate è espressione di una realtà locale propiziatrice di speranze, una realtà che si proietta al di fuori dei tristi fatti di cronaca cui la nostra terra è genericamente associata, evidenziando finalmente una Calabria che esiste ed è diversa dall’immaginario comune, capace di esprimere attraverso l’impegno nell’esercizio del karate un insieme di valori, regole e di una ferrea disciplina culminanti nel costante conseguimento di risultati da parte degli atleti del CSK. 

Dal 1988 ad oggi il M° Ursino ha collezionato una serie crescente ed inarrestabile di riconoscimenti, giunti a testimonianza dell’alto livello di qualità e del costante impegno in questa Associazione Sportiva. 

L'onorificenza vuole attestare di fronte al mondo sportivo i meriti degli atleti, dei tecnici e dei dirigenti della Società ed esprimere insieme la più sentita gratitudine del CONI per il contributo offerto alla crescita e all'affermazione dello sport italiano.

La consegna della Stella di Bronzo al Merito Sportivo avrà luogo nel corso di una cerimonia predisposta dal CONI Regionale che si svolgerà nel mese di dicembre.  

lunedì 7 agosto 2017

I MIGLIORI SE NE VANNO...

Con l'animo commosso e triste, voglio rivolgere un pensiero a un grande uomo e amico che oggi ci ha lasciati: Santino Pavone.

Un vero signore, per galanteria, educazione, garbo; una mente eccelsa, fuori dal comune, capace di guardare aldilà di ogni ostacolo; persona colta, ricca di esperienze, con conoscenze di grande livello in tutto il mondo; sapeva relazionarsi con grandi menti ma, grazie al suo spirito umile, si confrontava con tutti e per tutti aveva una parola di incoraggiamento, ottimismo, un consiglio, un suggerimento da dare dall'alto della sua saggezza.

Ha viaggiato in tantissimi paesi del mondo, soprattutto in Sud America; grazie alla sua padronanza delle lingue, all'amore verso la nostra terra, per anni ha fatto da cicerone per gruppi di argentini in soggiorno nei vari alberghi del nostro territorio.

Nonostante abbia vissuto e creato la sua famiglia a Torino, il suo più grande amore è rimasto sempre Roccella Jonica.

Dalla fondazione fino allo scioglimento ha presieduto l'associazione commercianti nel nostro paese, impegnandosi a realizzare dei corsi e delle iniziative in merito all'accoglienza turistica.

Ha investito tutti i suoi risparmi nella realizzazione del suo sogno: il bed&breakfast "Ulisse", un vero e proprio gingillo dove Santino ha riversato tutto il suo sudore.

La malattia polmonare galoppante lo ha assalito nel pieno della sua maturità, quando ancora poteva dare tanto della sua saggezza, della sua grinta e vitalità ai giovani, perché poteva essere di esempio verso chi ha un'idea e la vuole perseguire e realizzare qui in questo paese apparentemente martoriato e spoglio di iniziative.

Per me e mia moglie è stato un grande amico, ci è rimasto sempre vicino, è stato foriero di consigli nei miei confronti quando ho scelto, per mia convinzione, di vestire i panni di oppositore di questa gestione amministrativa del nostro paese.

Oggi Roccella perde un uomo buono, dolcissimo, che aveva delle idee lungimiranti e concrete, forse gli sono mancati i mezzi, ma le sue idee di accoglienza turistica basate su una efficace organizzazione dei servizi sono quelle giuste che se verranno prese in considerazione da quelle persone con cui Santino per tutti questi anni si è relazionato, solo cosi ci potrebbe essere qualche spiraglio di sviluppo per la nostra Terra.

Oggi Santino ha raggiunto il suo grande amore, spero che dove sia adesso possa essere felice e non soffrire più, perché nella sua vita è stato un uomo che ha fatto solo del bene sia nella vita privata che professionale.

Buon viaggio amico mio. Ho gli occhi gonfi di commozione, sono sfinito dalla stanchezza e dal dolore, ma sarò forte, perché tu, sempre col sorriso sulle labbra, ci hai sempre trasmesso gioia e serenità

Grazie di cuore per tutto quello che ci hai regalato con il tuo passaggio, il tuo affetto e la tua amicizia.

DUE STRAORDINARI SCATTI DI ANGELO LAGANA'

Un Lungomare così, a Reggio, non si vedeva da tanti tanti anni. Le Frecce Tricolori hanno richiamato in città decine di migliaia di persone da tutte le province calabresi e da gran parte della Sicilia. La via Marina, completamente chiusa al traffico in occasione della seconda “domenica sostenibile”, s’è gremita di circa 100.000 persone che nel pomeriggio hanno assistito incantate allo spettacolo dell’Air Show “Scilla & Cariddi” con l’esibizione delle celebri Frecce Tricolore.

.

.
.

.

.

VINCENZO MILANO CI REGALA L'ECLISSI SOLARE VISTA DAL CASTELLO

.

Oggi 20 marzo, nonostante le nuvole, abbiamo potuto assistere, dalle nove e mezza fino alle undici, all'eclissi di sole. Qui da noi il sole, "coperto" dall'ombra della luna, si è oscurato soltanto per il 41%. La prossima eclissi parziale avverrà nel 2026 mentre per avere un'altra eclissi solare totale dovremmo "attendere" fino al 2081.
Questo straordinario evento è stato filmato dal videomaker Vincenzo Milano del Laboratorio DreamLab Studio di Roccella Jonica dalla postazione della Torre di Pizzofalcone. Un video, montato e musicato con grande sapienza, capace di trasmettere un brivido di emozione.

FESTIVAL JAZZ: DALLA GRANDE ILLUSIONE ALL'IMPIETOSA REALTA'

.

.
Il regalo di Natale del M°. Angelo Laganà

OLTRAGGIO ALLA CITTA'

OLTRAGGIO ALLA CITTA'
OLTRAGGIO ALLA CITTA'. Foto di Angelo Laganà
Bellissimo video su Roccella Jonica realizzato e concesso da Roberto Naldi - operatore di ripresa per la RAI - di Empire 2000.

Fantasia e tanto divertimento per questo video davvero simpatico. Complimenti agli autori!

Fantasia e tanto divertimento per questo bel video sulla differenziata davvero molto simpatico. Complimenti agli autori
L'importante è che gli artisti del Jazz (con tutto il rispetto per gli artisti del Jazz) dormano nell'hotel a 5 stelle!!!

DOPO LA SOPPRESSIONE DEI TRENI CHE DALLA FASCIA IONICA DELLA CALABRIA PARTONO ED ARRIVANO DA TORINO E MILANO, TRENITALIA ED RFI HANNO DECISO DI SOPPRIMERE DAL PROSSIMO MESE DI DICEMBRE IL TRENO PER ROMA CREANDO COSI' UN ENORME DISAGIO PER TUTTI I VIAGGIATORI CHE DALLE GRANDI CITTA' SONO DIRETTI NELLE NOSTRA AMATA TERRA.



NESSUN POLITICO SI STA MUOVENDO, NESSUNA ISTITUZIONE STA CERCANDO DI TROVARE UNA SOLUZIONE.



TUTTO CIO' PROCURERA' NON SOLO UN PROBLEMA LOGISTICO PER LE MIGLIAIA DI PERSONE CHE CAUSA FORZA MAGGIORE VIVONO, STUDIANO O LAVORANO AL NORD ED AVRANNO MOLTE DIFFICOLTA' NEL RITORNARE A CASA, MA QUESTO PROVOCHERA' ANCHE UN INEVITABILE CALO NEL SETTORE DEL TURISMO, UNICO SOSTENTAMENTO NELLE ZONE DIMENTICATE DA POLITICA E POLITICANTI.



UN NETTO CALO DI TURISTI SI ERA GIA' AVVERTITO NEGLI SCORSI ANNI ANCHE E SOPRATTUTTO A CAUSA DELLE DIFFICOLTA' NEI TRASPORTI, MA ORA QUESTA DECISIONE CHE RITENIAMO ASSURDA E SENZA SENSO, AVRA' DEI RISVOLTI DISASTROSI PER TUTTI I PAESI CHE VANNO DA CATANZARO A REGGIO.



SE POLITICI COMPIACENTI NON HANNO INTENZIONE DI TROVARE UNA SOLUZIONE QUESTA VOLTA SONO SICURO CHE LA SPINTA DEBBA PARTIRE DAL BASSO E DA CHI VIVE ED AMA LA NOSTRA TERRA.



INSIEME POSSIAMO!



http://www.facebook.com/home.php?sk=group_168290399868580

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI

ECCO PERCHE' POCO PIU' DI UN ANNO FA PESTAVA I PUGNI SUL TAVOLO DEL CONVENTO DEI MINIMI
Quale sindaco mai oltre a lui stesso o a chi per lui avrebbe consentito una liquidazione cosi rapida a suo favore? Un ulteriore una tantum prelevato da un fondo "segreto e nascosto". Cari elettori meditate...Dedicato a tutte quelle associazioni che partecipano alle riunioni con l'amministrazione la quale puntualmente ricorda pressappoco cosi: "Non chiedete soldi perchè non ce ne sono!"

UN FACCIA A FACCIA CON IL SINDACO CERTOMA' DAI TONI ACUTI!

Due ore e un quarto di "scontro" verbale e dialettico senza esclusione e risparmio di colpi e di energie, l'incontro con il prof. Certomà è finito in una inevitabile bagarre, visto che di fronte c'era una persona (il sindaco di Roccella Jonica, completamente cambiato rispetto a 10 anni fa) che nega l'evidenza e lo stato reale delle cose, che ha cercato anche con paroli forti e becere (offendendo facendo l'offeso) di mettermi in difficoltà, ma che in difficoltà è caduto lui visto che non ha saputo rispondere a nulla "perchè io rispondo solo dei fatti che si sono verificati in questi 6 mesi che sono sindaco della città!!!"
E' una assoluta vergogna essere governati da persone non consapevoli che il commercio roccellese è allo sbando, gente che è convinta che il turismo in queste ultimi 15 anni è aumentato a dismisura e cieche davanti a tutte le opere abbandonate (bretella alla SS106, parco collina e parco giochi di via Zirgone, caserma e spogliatoi e parcheggi del porto, ospitaletto, mercato coperto, mercato ittico, area fitness, hotel Ariston, e ultima la piazzetta di via Aldo Moro!)
Io mi auguro di vero cuore che i roccellesi iniziano ad aprire gli occhi perchè, oggi più che mai, mi rendo conto di quanto l'amministrazione comunale e la cittadinanza è succube di Sisinio Zito ma, purtroppo, finchè ci sarà lui a manovrare i fili con l'unico intento di portare più risorse possibili alla sua associazione del festival jazz, Roccella non avrà speranza!!!
E pensare che sarebbe bastato che il Governo Prodi avesse varato la strabenedetta legge sul conflitto d'interesse a far si che il "nostro" senatore" si ritirasse dalla scena da solo!!!

16 ottobre 2005-16 ottobre 2009:4 anni dall'omicidio Fortugno."U cumpari du cumpari e to' cumpari!"

I VINCITORI DI ROCCELLA ON YOUTUBE

Tre straordinari video sono saliti sul podio in questa 2° edizione del Concorso curato da Mariagrazia Curciarello. Tre video, diversi fra loro, che li accomuna solo la volontà di valorizzare al massimo le risorse naturalistiche di Roccella Jonica, obiettivo riuscito appieno grazie alle idee che hanno sbizzarrito la fantasia degli autori, ma anche del montaggio del video, agli "attori" e agli ambienti.
Meritato primo posto per l'invenzione "Scirobetta" dal nome dei due cortiggiani del re Carafa che nel caldo estivo roccellese ha trovato rinfresco solo con questa speciale bibita a base dei nostri limoni... Simpaticissimi e bravissimi davvero tutti i ragazzini-attori che hanno recitato nel video. Con questo video credo che si mostra per la prima volta l'interno del nostro castello in via di restauro in rete. 10 e lode a Francesco Cappelleri, complimenti vivissimi.
Solo un'idea cosi innovativa poteva battere il vincitore dello scorso anno. Alessandro Neumann, dopo il simpaticissimo "U Pirozzu" con cui ha trionfato nella prima edizione, ha girato il secondo atto che si chiama "U tarantozzu" ed è ancora una volta uno strepitoso successo. Le suggestive immagini dal basso dei passi di taranta, dimostrano l'estro e il talento dell'autore che conferma molti dei protagonisti-attori de "U Pirozzu, che diventano delle vere e proprie macchiette. Non vedo già l'ora di vedere la terza parte il prossimo anno...
Da museo il terzo video classificato girato e montato da due giovani, Antonio Dimasi e Felice Guarneri, con lo zampino dei reperti "storici" fotografici dell'archivio dell'associazione "Roccella com'era". "Fra i ricordi di un passato" è la storia di due bambini che, attraverso stupende immagini del passato di Roccella Jonica che sembrano animarsi grazie agli effetti speciali degli autori, raccontano la vita di 50 anni fa del loro paese e alla fine, oggi, si chiedono... "Chissà come sarà fra 50 anni?" Bellissima colonna sonora e un invito a tutti di guardarlo, agli adulti per fargli rivivere meravigliose emozioni e ricordi e ai giovani per fargli scoprire la semplicità insieme al sorriso genuino che c'era una volta. Da pelle d'oca...
E adesso non ci resta che... ammirarli.

1° classificato Roccella on youtube "A SCIRUBETTA" di Francesco Cappelleri.

2° classificato Roccella on youtube "U TARANTOZZU" di Alessandro Neumann

3° classificato "FRA I RICORDI DI UN PASSATO" di Antonio Dimasi e felice Guarneri

Manifesto di ringraziamento di "Roccella prima di tutto"

A tre settimane dalle elezioni finite, la lista vincente ha affisso il manifesto di ringraziamento agli elettori. Fra i tanti bla bla bla non poteva mancare il concetto stonato:
"Si è trattato anche di una vittoria che ha confermato la grande maturità dell'elettorato di Roccella che ha deciso di premiare la lista che si presentava come la più capace ad amministrare il paese".
In un solo concetto si sono sparate due "caglie":
1) Il definire maturo il 40% che ha votato Zito mi sembra offensivo nei confronti del 60% che non lo ha votato. Io e sicuramente gli altri 59 su cento non crediamo affatto di essere immaturi, anzi orgogliosamente ci sentiamo coraggiosi e ambiziosi di volere una Roccella diversa da questi ultimi dieci anni!!!
2) E' patetico e sconcertante assistere a cosi tanta vanità e banalità (Mi vantu e vantu eu quantu bellu sugnu eu!!!). Questa gente mi sa che la semplicità e la modestia non sa dove sta di casa!!! Chiunque altro sia stato, per un principio di correttezza e di fiducia avrebbe scritto: "La lista vincente ringrazia l'elettorato e promette di farsi garante e lavorare a favore di tutti i cittadini roccellesi, indistintamente da chi ha votato questa lista e chi no..."
Comunque cara lista "Roccella prima di tutto" anch'io per tutta la campagna elettorale vi ho promosso...
Nell'andare in giro per Roccella non facevo altro che cantare la canzone: "Senatore siamo con te... Me no male che Siso c'è!!!"
Provate anche voi a farlo, mettendo al posto di presidente - senatore e al posto di Silvio - Siso... calza a pennello!!!
Spero possa essere il mio augurio di buon lavoro a "Roccella prima di tutto"!!!